Questa sezione fa parte di un articolo completo sulle accise :
1- Definizione di “Bevande alcoliche

2- Da un punto di vista fiscale :
2.1- Vendita a distanza di bevande alcoliche
2.2- Accise tramite rappresentante fiscale locale
2.3- Calcolare le accise da pagare a destinazione / per rimborso nel proprio paese
2.4- Rimborso delle accise
2.5 –INTRASTAT

3- Mercato online dell’alcol
3.1- Circolazione degli ordini transfrontalieri
3.2- Etichettatura degli ordini transfrontalieri (ingredienti)
3.3-Etichettatura dell’alcool con francobolli da dazio di destinazione
3.4- Obblighi contrattuali dei rivenditori online e dei diritti dei consumatori
3.5- Monopoli
3.6- Conformità dei rifiuti di imballaggio

1. Quadro giuridico di riferimento dell’etichettatura

In vigore: Regolamento (UE) 1169/2011 (UE 2011).

In primo luogo, una relazione della Commissione europea sull’etichettatura obbligatoria ha elencato gli ingredienti e la dichiarazione nutrizionale delle bevande alcoliche (EC 2017). La Commissione prende atto dei progressi realizzati dal settore industriale al fornire informazioni ai consumatori su base volontaria. La Commissione ha invitato pertanto l’industria a presentare “una proposta di autoregolamentazione riguardante l’intero settore delle bevande alcoliche”. Il settore europeo delle bevande alcoliche ha presentato alla Commissione una proposta di autoregolamentazione (EC 2018a) insieme ad allegati settoriali specifici (ECa). Ciò è attualmente in corso sotto la valutazione della Commissione. Se ritenuta insoddisfacente, la Commissione può avviare una valutazione d’impatto per esaminare le altre opzioni disponibili. Questa opzione includerà opzioni normative e non regolamentari.

1.1 Etichettatura delle bevande alcoliche

in secondo luogo, la disposizione sulle informazioni nutrizionali ai consumatori del regolamento impone l’etichettatura del titolo alcolometrico volumico effettivo per le bevande che contengono più di 1,2 % di alcol in volume, che è un’indicazione obbligatoria. La cifra non deve contenere più di un numero decimale. La cifra deve essere seguita dal simbolo “% vol”. La parola “alcol” o l’abbreviazione “alc” può precedere la parola. Le bevande alcoliche con più di 1,2 abv sono esenti dallo stesso regolamento per dimostrare qualsiasi dichiarazione nutrizionale. Questo include qualsiasi elenco obbligatorio di ingredienti troppo.

1.2 Etichettatura degli allergeni

La presenza di composti specifici, come gli allergeni frequenti più diffusi (ad esempio, biossido di zolfo/solfiti, uova e prodotti lattiero-caseari nel caso del vino), e l’acido glicirrizico o il suo sale di ammonio dovrebbero essere aggiunti come parte dell’elenco degli ingredienti, o in assenza di tale, accompagnano il nome della bevanda. Il regolamento stabilisce la non obbligatorietà dell’indicazione di una data di conservazione minima in caso di bevande contenenti più del 10 % di alcol in volume.

1.3 Esenzioni dall’obbligo di etichettatura

Le bevande analcoliche contenenti più dell’1,2 % di alcol in volume possono recare indicazioni sanitarie di qualsiasi tipo nell’UE. Così,solo autorizzate solo le richieste di esenzione riferentisi a bassi livelli di contenuto in alcole, o alla riduzione del contenuto energetico(EC 2006a)come indicazioni nutrizionali.

2. Compliance in materia di etichettatura a livello nazionale

Infine, l’etichettatura UE è un obbligo applicabile solamente negli stati membri. Tuttavia, gli stati membri possono adottare ulteriori misure in materia di etichettatura a livello nazionale. Tali misure sono soggette a una specifica procedura di notifica e di valutazione positiva della Commissione europea. Per esempio, in Francia e Lituania le etichette delle bevande alcoliche recano obbligatoriamente un’avvertenza avvisando i consumatori delle potenziali conseguenze per la salute dell’esposizione all’alcol in gravidanza. L’etichetta deve recare un pittogramma o una dicitura con le informazioni obbligatorie per il consumatore (Legifrance 2006).

Ulteriori informazioni in materia di compliance:

Parliamone

Contattaci e ricevi un preventivo

Lascia un commento